Silvan

Silvan iniziò a interessarsi fin da bambino al mondo della prestidigitazione.
A sette anni presentò i suoi primi spettacoli presso l’oratorio Don Bosco della sua città con il nome di Saghibù (lo pseudonimo derivava da Aldo Savoldello, il suo vero nome, da Otello Ghigi, il nome del suo primo maestro, e da Ranieri Bustelli, famoso prestigiatore degli anni trenta). Non ancora ventenne, passò al professionismo dopo essere stato battezzato con il nome d’arte Sylvan durante la trasmissione di Enzo Tortora Primo Applauso (talent show ante litteram del 1956) da Silvana Pampanini.
Dopo decine di spettacoli all’estero e dopo essersi esibito nei più importanti teatri del mondo, Silvan entrò a far parte della RAI negli anni sessanta. In particolare la serie di giochi di prestigio eseguiti con le carte da gioco, nella sigla iniziale di Scala reale (1966), gli diede una improvvisa, grande popolarità.
Dal 1973 al 1980 condusse il programma Sim Salabim, contenitore televisivo del sabato sera con la presenza di ospiti internazionali.
In qualità di attore, ha partecipato ai film Modesty Blaise – La bellissima che uccide (1966), L’oro di Londra (1968) L’inchiesta (1986), Uno, anzi due (2015) di Francesco Pavolini.
Con le sue apparizioni televisive italiane e nel mondo, con le sue esibizioni per le più grandi personalità mondiali, con i suoi libri di divulgazione, e le decine di articoli apparsi sul famoso settimanale a fumetti Topolino e in altre riviste, Silvan può essere considerato uno dei maggiori prestigiatori del XX secolo.
Numerosi sono i riconoscimenti ricevuti quale protagonista dello spettacolo. Come David Copperfield e Lance Burton, è stato eletto per ben due volte, nel 1990 e nel 1999, Magician of the Year] (ed è l’unico artista non statunitense ad aver ottenuto tale riconoscimento). È stato anche il primo italiano (e l’unico finora, insieme con Antonio Casanova) a essere insignito del Merlin Award, vinto per due volte nel 1998 e 201.
Ha ricevuto inoltre a Parigi l’arar speciale “Oscar Mondial de la Presentation” durante il Congresso Mondiale della Federazione Internazionale Società Magiche; sempre a Parigi, nel 1990, il “Premio Lumière”; a New York prima il “Louis Award” del 1994. La Society of American Magician ha inserito Silvan nella sua Hall of Fame, della quale fanno parte soltanto duecento illusionisti.

Una curiosità: Nella sua libreria privata ha un numero impressionante di libri e fumetti, in totale ben 4500!

Illusionista

Start typing and press Enter to search